Cerca
  • Redazione

Organizzazione Mondiale della Sanità

Cannabidiolo (composto di cannabis)


È stato ampiamente riportato che l'OMS ha raccomandato ufficialmente il 14 dicembre 2017 che il cannabidiolo composto di cannabis (CBD) non fosse programmato a livello internazionale come sostanza controllata.


Cos'è il cannabidiolo ed è sicuro?

Il cannabidiolo è uno dei numerosi (probabilmente 200) composti della pianta di cannabis.

Nella riunione di novembre 2017, il comitato di esperti dell'OMS per la tossicodipendenza (ECDD) ha concluso che, nel suo stato puro, il cannabidiolo non sembra avere potenziale di abuso o causare danni. Pertanto, poiché la CBD non è attualmente una sostanza classificata a sé stante (solo come componente degli estratti di cannabis), le informazioni attuali non giustificano un cambiamento in questa posizione di programmazione e non giustificano la programmazione della sostanza.

Tuttavia, laddove il CBD è prodotto per scopi farmaceutici come estratto di cannabis, estratti di cannabis e tinture sono inclusi nella Convenzione Unica sugli stupefacenti dell'ONU del 1961. Una revisione più completa di estratti o preparati contenenti quasi esclusivamente CBD avrà luogo nel giugno 2018, quando il comitato di esperti dell'OMS intraprenderà una revisione completa delle sostanze correlate alla cannabis e alla cannabis.

Non programmare una sostanza significa che non è soggetto a rigidi controlli internazionali, compresi quelli relativi alla produzione e alla fornitura. Il suo status giuridico nei paesi è qualcosa che i legislatori nazionali devono decidere. Alcuni paesi hanno attenuato le normative sul cannabidiolo, per considerare i prodotti contenenti CBD come prodotti medici. Questi includono Australia, Canada, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti d'America.


Quali prove ci sono che il cannabidiolo abbia un valore per uso medico?

L'OMS non raccomanda il cannabidiolo per uso medico. Prove iniziali da studi su animali e sull'uomo (ad esempio uno studio controllato nel New England Journal of Medicine e altri casi individuali segnalati) mostrano che il suo uso potrebbe avere un valore terapeutico per le convulsioni a causa dell'epilessia e delle condizioni correlate.

Alcune persone hanno usato il cannabidiolo per calmare gli spasmi durante attacchi epilettici. Il New England Journal of Medicine ha anche pubblicato uno studio che recentemente dice che ci sono prove che potrebbe essere efficace durante le crisi epilettiche. Ciò significa che potrebbe avere un uso medico ma sono necessarie ulteriori prove.


It has been widely reported that WHO officially recommended on December 14, 2017 that cannabis compound cannabidiol (CBD) not be internationally scheduled as a controlled substance.

What is Cannabidiol and is it safe?

Cannabidiol is one of several (probably 200) compounds of the cannabis plant.

At its November 2017 meeting, the WHO Expert Committee on Drug Dependence (ECDD) concluded that, in its pure state, cannabidiol does not appear to have abuse potential or cause harm. As such, as CBD is not currently a scheduled substance in its own right (only as a component of cannabis extracts), current information does not justify a change in this scheduling position and does not justify scheduling of the substance.

However, where CBD is produced for pharmaceutical purposes as an extract of cannabis, cannabis extracts and tinctures are included in the 1961 UN Single Convention on Narcotic Drugs. A fuller review of extracts or preparations containing almost exclusively CBD will take place in June 2018, when the WHO expert committee will undertake a comprehensive review of cannabis and cannabis related substances.

Not scheduling a substance means that it is not subject to strict international controls, including for production and supply. Its legal status in countries is something for national legislators to decide. Some countries have eased regulations around cannabidiol, to consider products containing CBD to be medical products. These include Australia, Canada, Switzerland, the United Kingdom, and the United States of America.

What evidence is there that Cannabidiol has value for medical use?

WHO does not recommend cannabidiol for medical use. Initial evidence from animal and human studies (i.e. a controlled study in the New England Journal of Medicine and other reported individual cases) shows that its use could have some therapeutic value for seizures due to epilepsy and related conditions.

Some people have been using cannabidiol to calm spasms during epileptic fits. The New England Journal of Medicine also published a study lately saying there is some evidence it may be effective during epileptic seizures. This means it could have some medical use but more evidence is needed.





Fonte: OMS

0